Ventotene Film Festival

Green Path

Concorso
Green Path

Dal 2021 la sezione speciale Green Path diventa concorso internazionale, per film e documentari dedicati a ecologia, salvaguardia dell'ecosistema e del pianeta, nell'ottica di promuovere uno stile di vita più consapevole rispetto alle incredibili problematiche ambientali che stiamo affrontando, soprattutto in virtù del fatto che il Ventotene Film Festival si svolge in un'area marina protetta tanto delicata e speciale.
È stato quindi deciso di approfondire maggiormente i concetti e le idee legati alla protezione degli ecosistemi e alla sostenibilità ambientale, con proiezione di film e documentari valutati da una giuria scelta dalla Direzione Artistica del Festival.

La giuria

Presidente - Louis (Louie) Psihoyos è regista di documentari e fotografo americano, nel 2009 è stato insignito dell'Oscar al Miglior Documentario come regista di The Cove, mentre il suo ultimo lavoro The game changers, è stato prodotto da James Cameron e Arnold Schwarzenegger. Noto per i suoi contributi al National Geographic, è fondatore e presidente dell'associazione Oceanic Preservation Society (OPS), nata per sensibilizzare la popolazione mondiale alla preservazione e salvaguardia della vita sottomarina.

Emanuela Genovese, critica e giornalista, è responsabile editoriale di Son of a Pitch, un brand di Save The Cut nato per promuovere il lavoro artistico dei giovani. Su Best Movie Caffè, Corto è la sua rubrica dedicata ai cortometraggi. Ha curato la comunicazione di documentari e installazioni, come L'ultimo degli ingiusti di Claude Lanzmann e Alberi di Michelangelo Frammartino: nel 2019 ha realizzato per Fondazione Ente dello Spettacolo Belle Speranze, una mostra sul cinema italiano e i giovani.

Olivella Foresta, regista documentarista, è nata a Roma e ha vissuto in Spagna, Perù, Grecia ed Inghilterra dove si è laureata in Studi dell'Antico Mediterraneo e ha conseguito un Post Doc in Radio, Film e Televisione, specializzandosi in documentari. Ha conseguito il Master of Science alla London School of Economics in Antropologia Sociale. Ha lavorato per la televisione inglese Thames Television e come freelance per Channel 4 realizzando il documentario Dangerous Characters che ha vinto il festival dei Popoli. Dal 1987 lavora come regista di documentari per la Rai per programmi di approfondimento culturale come Superquark e Geo.