Ventotene Film Festival 2022

Edizione 2022

Torna per il 27º anno il Ventotene Film Festival portando il cinema su un'isola in cui il cinema non è mai stato: la migliore produzione italiana contemporanea, i successi internazionali, ospiti, concorsi, premi, film per l'infanzia, panel e approfondimenti.

Il festival aprirà con la proiezione del cortometraggio Dietro la porta, alla presenza del regista Walter Croce e dell'autrice Claudia Saba moderati dal professor Paolo Cutolo, un lavoro, recentemente presentato al Senato, racconto una toccante storia di violenza sulle donne e domestica: una denuncia che ci preme fare, in maniera chiara e netta.

Gli appuntamenti proseguono con il regista Simone Aleandri che introdurrà la sua opera prima La notte più lunga dell'anno,parte di una sezione dedicata alle opere prime e seconde, necessaria a promuovere i lavori dei debuttanti. La quantità dei registi italiani al debutto e la qualità delle loro opere aumentano di anno in anno, segnale del buono stato di salute della produzione cinematografica nazionale. Nella stessa sezione, la regista Maria Iovine che presenterà il suo docufilm Corpo a corpo.

Il 26 e il 28 luglio saranno protagonisti due eventi davvero speciali.
Il 26 ospiteremo la cantante TOSCA che, dopo la proiezione de Il suono della voce il documentario sulla sua tournée, si esibirà in un CONVERSACONCERTO in trio acustico accompagnata da Giovanna Famulari al violoncello e Massimo De Lorenzi alla chitarra.
Il 28 invece omaggeremo l'indimenticabile Monica Vitti, attrice e musa. Oltre alla proiezione del capolavoro di Ettore Scola, Dramma della Gelosia (tutti i particolari in cronaca) il 27 luglio, il regista e attore Michele Placido la ricorderà parlando del documentario di Fabrizio Corallo Vitti d'arte, Vitti d'amore, e la giornalista e scrittrice cinematografica Laura Delli Colli presenterà il suo nuovo libro Monica Vitti. Vita di una donna irripetibile. Seguirà la proiezione di L'avventura di Michelangelo Antonioni, una scelta precisa: il film è ispirato a una storia realmente accaduta a Monica Vitti e al Maestro Antonioni, proprio durante una vacanza a Ventotene e che la signora Vitti ricorda nella sua autobiografia.
Nel corso della serata sarà consegnato il Premio Vento d'Europa - Wind of Europe International Award a Michele Placido.

Premio Vento d'Europa - Wind of Europe International Award anche per il pluripremiato e candidato all'Oscar il costumista Massimo Cantini Parrini che accompagnerà la regista Susanna Nicchiarelli nell'approfondimento sul suo Miss Marx. La regista riceverà il premio Julia Major e parlerà dei suoi prossimi lavori, tra cui l'imminente Chiara.

Ad approfondire i suoi lavori in una Masterclass internazionale il 30 luglio, la regista macedone Teona Strugar Mitevska: i successi al Festival di Berlino e le opere future.

Tutti gli incontri e la masterclass saranno moderati dalla giornalista e critico cinematografico Claudia Catalli.
Come ogni anno una serata dedicata alla storia di Ventotene e Santo Stefano presentata dalla giovane Letizia Trento, con il documentarista Salvatore Braca che introdurrà i suoi due ultimi lavori, fra cui Le ragazze del molo, un racconto della vita delle donne sulla piccola isola.

Ancora di donne, ma soprattutto di Europa, si parlerà nella serata conclusiva in un incontro dal titolo L'altro sguardo. L'Europa, i conflitti, la pace. Interverranno Silvia Costa (Commissaria straordinaria del Governo per il recupero e la valorizzazione dell'ex Carcere borbonico dell'isola di S. Stefano - Ventotene - David Sassoli), Andrea Monda (direttore de L'Osservatore Romano), Claudio Di Berardino (Assessore Lavoro e nuovi diritti, Formazione, Scuola, Politiche per la ricostruzione, personale), Massimo D'Orzi (regista), voci e testimonianze di donne, coordinati dal professore Luigi Mantuano. L'incontro è parte del progetto FAMI 2014 - 2020 - Prima il lavoro - Regione Lazio - Direzione Lavoro.

Tre i concorsi: Open Frontiers, internazionale per i lungometraggi su Europa, legalità, cittadinanza attiva, democrazia ed integrazione razziale; Green Path, internazionale per film e documentari dedicati a ecologia, salvaguardia dell'ecosistema e del pianeta, nell'ottica di promuovere uno stile di vita più consapevole; Open Frontiers Young, per cortometraggi sulla legalità, sull'Europa e problemi sociali, interamente realizzati dagli studenti dell'ideazione al soggetto, dalla recitazione alla produzione. Molte anteprime italiane per le tre le giurie: rispettivamente, la prima presieduta dal giornalista e autore televisivo Gustav Hofer, la seconda dal documentarista e giornalista Davide Demichelis, e la terza dal giovane regista Simone Bozzelli.
Infine, una piccola sezione di documentari ucraini, in anteprima mondiale: un modo simbolico di sostenere i professionisti del mondo del cinema ucraino in questo terribile momento storico.

Accanto alle proiezioni della migliore produzione italiana e dei grandi successi internazionali, non mancano gli appuntamenti che negli anni hanno fidelizzato il pubblico. Anzitutto la sezione Registe Europee in scena! quest'anno, fra le altre, con il premio Oscar Emerald Fennell e il Leone D'oro Audrey Diwan.
Infine, i film per l'infanzia, quest'anno in Piazzetta Europa, la piazza che più di tutte ricorda la meravigliosa storia di Ventotene, con la stele dedicata ad Altiero Spinelli, autore con Ernesto Rossi, Eugenio Colorni e Ursula Hirschmann del Manifesto di Ventotene, documento fondamentale per la successiva formazione dell'Unione Europea.

La locandina del Festival
Colophon
Direttrice artistica:Loredana Commonara
Programmer e catalogo:Ottavia Guerriero
Concorsi internazionali #Open Frontiers e Green Path:Arianna Gesualdi
Concorso nazionale #Open Frontiers Young:Prof. Luigi Mantuano
Incontri moderati dalla giornalista:Claudia Catalli
Conversazioni a cura del Prof:Paolo Cutolo
Ufficio Stampa:Daniele Mignardi Promopressagency
Presentatrice:Letizia Trento
Ospitalità:Gresy D’Ambrosi
Social Media Manager:Arianna Gesualdi
Grafica:Francesco Rita
Sottotitoli:Giulia Saracino
Fotografo:Lara Gallina
Tecnico informatico:Walter Michelini
Tecnico audio/video:Lorenzo Palmiero
Service tecnico:Palmiero&Palmiero
Collaboratori:Davide Curcio, Cristina Marotta
Allestimenti:Premium Forte, Stella Maris
Premi realizzati da:Braccini Alessandro